Paella di mare

La paella è il piatto più tipico e conosciuto della gastronomia spagnola, nata a Valencia con i prodotti che offriva la campagna, verdure varie, pollo, coniglio e perfino lumache, poi si è diffusa in tutta la Spagna e ognuno ha messo del suo, quindi si trova preparata in vari modi, tutti buoni e tutti da scoprire.

Lo scrittore catalano Josè Pla l’ha definita il piatto più democratico del mondo.

Io ne sono stata conquistata fin dal primo boccone e la ripropongo ai miei cari di tanto in tanto, quella di oggi è la cosiddetta paella de mariscos, ma può essere mista cioè con carne e pesce, può essere  nera o soltanto vegetariana.

Sono stata molto indecisa se condividere questa ricetta perché ne sono molto gelosa è frutto di studi e assaggi in terra spagnola, ma voglio essere buona.

Quindi eccola, a detta di chi l’ha gustata a casa mia “Buonissima”, ditemi voi come vi sembra!!!

Indispensabile la paellera, si tratta di una padella larga e bassa con due manici.

Paella di mare

Per 6 persone

Ingredienti:

450gr riso ( ho usato il parboiled spagnolo anche quello italiano va bene, deve essere un riso che non rilascia amido)

Un polpo piccolino circa 500 gr  tagliato a pezzettini

250-300 gr rana pescatrice tagliata a cubetti oppure qualsiasi altro pesce a carni bianche e sode

250 gr calamari tagliati sottili

250 gr gamberetti sgusciati (500 gr da pulire)

12 gamberoni

500 gr cozze

500 gr vongole

1 peperone rosso non molto grande

100 gr pisellini sbollentati

1 cipolla piccola

4 spicchi d’aglio

1 bustina di paellero (spezie per paella), oppure zafferano e paprika

Per la zuppa:  la testa e la lisca della pescatrice,  i gusci dei gamberoni e un poco delle teste dei gamberetti,  qualche altro pesciolino, da zuppa, aglio, mandorle, cipolla, prezzemolo e un barattolo da 250 gr di pelati frullati o un po’ di salsa di pomodoro, circa 1 litro acqua.

Procedimento,  la zuppa:

Tritare l’aglio e la piccola cipolla, un po’ di mandorle e del prezzemolo, mettere l’olio d’oliva in un tegame che possa contenere circa 1 litro di brodo, versarvi il trito e farlo insaporire bene, non si deve colorare,  poi aggiungere la lisca e la testa della rana,  i gusci dei gamberoni ai quali si lascerà attaccata la testa, e le teste dei gamberetti se si vuole si può aggiungere qualche altro pesce, dopo che si sono ben insaporiti salarli peparli e unire il pomodoro, mettere il coperchio  e far cuocere lentamente unendo man mano dell’acqua circa un litro, far cuocere per mezz’ora, poi filtrare il brodo e tenerlo al caldo.

Procedimento, la paella:

Tagliare i peperoni a dadini e tritare la cipolla, farli cuocere assieme in una padella con un po’ d’olio, salarli devono restare un po’ croccanti, tenerli da parte.

Far aprire cozze e vongole separatamente, in padella con il coperchio, sgusciarli tenendone da parte qualcuna con il guscio attaccato per  la decorazione,  filtrare l’acqua che hanno rilasciato e unirla al  brodo della zuppa

Mettere la paellera sul fuoco con un po’ d’olio, far rosolare per pochi minuti i gamberoni, salarli e metterli da parte, nello stesso olio far insaporire gli spicchi d’aglio tritati, e aggiungere, calamari, polpo, pescatrice, far cuocere per circa 15 minuti, mescolandoli bene, togliere un po’ del liquido che rilasciano e aggiungerlo nella zuppa in modo che si rosolino un pochino, poi unire i gamberetti, salare il tutto leggermente, dividere il contenuto della padella in quattro parti lasciando in mezzo uno spazio a croce dove si andrà a sistemare il riso, subito mettere sopra il riso  il brodo che è stato prima colato e dovrà essere bollente, quindi sul pesce che deve ben coprire, deve superare un po’ il livello del contenuto della padella (il brodo deve essere circa due volte e mezzo il volume del riso, conviene calcolare con un bicchiere) comunque il metodo della croce funziona, poi assaggiare per vedere la cottura, eventualmente unire ancora brodo se non è cotta e il liquido si è asciugato, deve riuscire asciutta, ci vorranno circa 20 minuti.

Dopo il brodo mettere la bustina di spezie per paella oppure un po’ di paprika dolce e zafferano, mescolare tutto bene, unendo pure i peperoni con la cipolla e i piselli, mescolare bene per l’ultima volta assaggiando di sale e non mescolare più, affondare soltanto un cucchiaio di legno nel centro e ai lati di tanto in tanto.

Quando il riso sarà quasi cotto unire cozze e vongole sgusciate sparpagliandole bene e affondandole un po’ con il cucchiaio, poi guarnire con i gamberoni e le cozze con il mezzo guscio tenuti da parte, appena cotto spegnere, coprire con un panno e far riposare da 5-10 minuti, serve per far si che diventi ben asciutto e sia ben saporito.

Servire.

Prima di portare in tavola guarnire con spicchi di limone

Preparazione un po’ lunga, ma ne vale assolutamente  la pena forse è più difficile da spiegare che da fare.

Buon lavoro e buon appetito!!!

 

???????????????????????????????

paella 002

paella 006

 

Annunci

12 pensieri su “Paella di mare

  1. Molto invitante!!! Ho mangiato una volta la paella, ma non era così bella. Sicuramente sarà buonissima.
    Buona serata. Annalisa 🙂

  2. spiegata nei minimi dettagli, io adoro la paella e la mangio spesso nei miei ristoranti di fiducia, ma non ho ancora mai provato a farla… mi stampo il tuo procedimento, perchè prima o poi la voglio provare!!!!

  3. Anche io l’adoro e quando riunisco la famiglia e trovo il pesce fresco mi piace farla, il procedimento è un pò lungo ma ne vale assolutamente la pena.Provala!!!
    Una buona serata!

  4. E’ veramente buonissima e presentata molto bene. Io ho cucinato due volte quella mista, ottima pure quella, ma la prossima volta che ci verrà in mente di provarla (con mio marito) cucineremo questa tua versione che mi è piaciuta molto. Buon fine settimana!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...