Busiati

Eccomi, come vi avevo già anticipato, le varie fasi di preparazione dei “busiati” ci vuole più tempo a spiegarlo che a prepararli.

I busiati sono la pasta fresca trapanese per eccellenza, prende il nome da” busa“che è il fusto di una pianta chiamata “disa” in dialetto ma il cui nome è Ampelodesmo appartenente alla famiglia delle graminacee, pianta una volta molto comune ma ora è più difficile da trovare, per cui  si ricorre ad attrezzi, per modo di dire, che si trovano a casa, io  adopero gli stecchini di legno con cui si preparano gli spiedini.

Inredienti:semplicemente acqua e farina, da noi la farina è quella di grano duro con un pò di semola rimacinata.

Setacciare la farina sulla spianatoia o dentro una ciotola e cominciare ad impastarla unendo lentamente acqua a temperatura ambiente fino ad ottenere un impasto ben liscio e sodo.

Coprire l’impasto e farlo riposare per almeno una mezz’oretta.

Vi suggerisco il modo più veloce per farla e spero con le immagini di essere abbastanza chiara.

Il metodo tradizionale è quello di prendere pezzetti di pasta e fare dei bastoncini dello spessore leggermente più piccolo di quello di una matita e tagliarli alla lunghezza di circa 12-13 cm si appoggia il bastoncino sul cilindretto di pasta premendolo un pò, strofinarlo  sul tagliere  con il palmo della mano  fin quando il bastoncino si pasta sarà tutto attorcigliato,quindi   sfilarlo

Attenzione! il piano   di lavoro non deve essere infarinato altrimenti la pasta non scivola, conviene fare un pò di bastoncini spolverizzarli leggermente di farina e poi arrotolarli.

Il metodo che io utilizzo e trovo più veloce:

Prendo pezzetti di pasta,  li stendo con il mattarello ad un’altezza di mezzo cm e taglio delle striscioline e poi preparo i bastoncini.

busiati al tonno fresco 044

 

busiati al tonno fresco 040

comincio ad attorcigliarli attorno al bastoncino

busiati (1)

Premendo leggermente con il palmo della mano e facendo arrotolare tutta la pasta attorno al bastoncino

 

busiati (2)

 

busiati (3)

poi li sfilo

busiati (4)

continuo cosi fino alla fine dell’impasto, sistemo la pasta su di un tovagliolo.

A qusto punto si può congelare o si  mette in pentola.

C’è chi la prepara prima e la fa asciugare un pò, a me piace cuocerla appena fatta oppure congelarla.

 

.

Annunci

12 pensieri su “Busiati

    • Grazie!! non sono una professionista, mi piace la pasta fresca in generale e questa per alcuni sughi, prima la faceva la mia mamma ma da un bel po’ non la fa più e ho dovuto imparare.
      Buona serata!

  1. Li faccio pure io, li chiamo ferrazzuoli perché li faccio con un bastoncino di ferro quadrato, conditi con un buon ragù sono favolosi. Mi piace il tuo blog, è molto colorato, penso di venirti a trovare spesso adesso mi iscrivo. Buona settimana 🙂

    • Bene, vedi che abbiamo più cose in comune non solo i viaggi in camper, questo termine “ferrazzuoli” non l’avevo mai sentito, si imparano tante cose dialogando.Ciao ti seguirò anch’io, sono curiosa di leggere dei tuoi viaggi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...