Pizzette di pane

Ieri sera avendo del pane duro e non avendo voglia di zuppe e non necessitando di pangrattato, mi sono venute in mente le pizzette che facevo ai miei figli  quando erano  a casa, loro gradivano molto, ho chiesto a mio marito se ne avevo voglia e ricevendo risposta affermativa sono corsa a preparale.

Nel caso qualcuno fosse a corto di idee  e avesse del pane da smaltire ecco come li ho preparate.

Pizzette di pane

Un modo saporito per utilizzare il pane non più freschissimo

Naturalmente non ci sono dosi, le fette di pane quelle che si vogliono fare a persona e il sugo si calcola quello che potrà servire.

Ingredienti.

Fette di pane duro

Pomodori freschi o pelati

Aglio q, b.

Origano, sale, pepe, olio evo, formaggio grattugiato quello che piace, pecorino o grana.

Olive nere, acciughe sott’olio, acqua

Preparazione:

In padella preparate un sughetto con i pomodori a pezzetti, aglio tritato, sale e pepe, olio, fatelo cuocere per circa 10 minuti e spegnere.

Preparare una teglia dove le fette di pane possano stare una accanto all’altra e oliarla leggermente.

Preparare una ciotola con acqua a temperatura ambiente.

Bagnare velocemente le fette di pane, non devono essere inzuppate, e sistemarle nella teglia, su ogni fetta mettere un po’ di sugo qualche pezzetto di oliva, acciughe, se piacciono, spolverizzare con origano e il formaggio grattugiato e infornare a 180% per circa 10 minuti

Volendo si può mettere sopra della mozzarella.

Pronti da servire!

Semplici, gustose, economiche.

pizzette 015

pizzette 014

 

 

 

Annunci

33 pensieri su “Pizzette di pane

  1. Ma sai che le gradirei molto anche io, anche se sono molto molto molto più “grandicella” (ecco, diciamo così….) dei tuoi figli? 🙂 Che bella questa ricettina antispreco e golosissima!!!! 🙂

  2. Come vedi, ho fatto un salto nel tuo blog, dopo le vacanze mi viene sempre voglia di cucinare ricette nuove, è devo dire che questa è molto interessante, prediligo soprattutto ricette con ingredienti che mi piacciono è questi non sono niente male e soprattutto un ottimo metodo per utilizzare il pane raffermo. Un saluto IRENE

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...