Anatra farcita

Ancora dal mio menù natalizio, l’anatra farcita, ottimo piatto che si può preparare il giorno precedente e affettare quando è freddo, in questo modo si avranno delle fette perfetto si potrà poi scaldare tutto al momento.

Anatra farcita

Per almeno 8 commensali

Ingredienti:

1 anatra disossata, fatta preparare dal macellaio di fiducia o dal consorte di buona volontà.

200 gr di salsiccia

200 gr mortadella

100 gr parmigiano o grana

un pugno di pangrattato

1 o 2 uova

una manciata di pistacchi tritati grossolanamente

prezzemolo tritato, 1 bicchiere di marsala

circa 300 ml di panna

2 cipolle piccole o due scalogni

1 costa di sedano

1 carota

1 rametto di rosmarino

noce moscata grattugiata

chicchi di mezza melagrana

brodo preparato con le punte delle ali e delle ossa della stessa anatra con gli odori che si usano normalmente.

olio evo, sale, pepe.


Preparazione:

Ripieno:

Tritare la mortadella al mixer, versarla dentro una ciotola e impastarla con la  salsiccia sgranata, il parmigiano, il prezzemolo, un uovo, prima di unire il secondo controllare l’impasto, deve essere morbido ma non troppo insaporire con la noce moscata, unire il pangrattato se del tipo non tostato è meglio. Impastare bene.

Stendere l’anatra su un foglio di carta forno sistemato sul piano da lavoro, salarla e peparla, spalmarvi il ripieno lasciando un bordo libero attorno per poterla arrotolare, sul ripieno mettere dei pistacchi tritati grossolanamente, poi arrotolare l’anatra aiutandosi con la carta forno, legatela come un arrosto.

Rosolare in padella la cipolla a fettine, poi unire l’anatra e farla rosolare girandola da tutti i lati,  salarla e peparla, sfumarla con il marsala, unire le verdure a pezzi, un po’ di panna e trasferitela nella teglia, infornatela nel forno già scaldato a 180° per circa un’ora e un quarto, bagnandola con un po’ di brodo nel caso si asciugasse troppo.

Quando sarà cotta toglierla dalla teglia e farla intiepidire, sarà più facile tagliarla, se la preparate il giorno prima fatela raffreddare nel suo condimento e tagliatela il giorno successivo.

Versare tutto il sugo in padella, versarvi il resto della panna e farlo restringere un po’, poi filtrarlo schiacciando bene le verdure, per estrarre tutto il gusto, assaggiare per vedere se va bene di sale e pepe, se il sugo  fosse troppo  liquido farlo restringere un po’, versare nel sugo un po’ di chicchi di melagrana e spegnere, il resto dei chicchi si metteranno attorno alle fette sistemate nel piatto da portata.

Versare il sugo ben caldo sulle fette d’arrosto, servire con un contorno a piacere.IMGanatra farcita (7)

IMGanatra farcita (2)

IMGanatra farcita (4)

 

 

 

 

 

 

 

 

Annunci

35 pensieri su “Anatra farcita

  1. Prima di conoscere il mio consorte mi era giunta eco delle sue doti https://grembiuledacucina.wordpress.com/2014/08/18/pollo-ripieno-di-mia-mamma/
    Dopo di allora mi sono sempre e solo cimentata io, nonostante che, dopo di lui, anche i figli siano diventati medici chirurghi. Ma me ne faccio una ragione, anche perchè l’anatra è grossa e non presenta più difficoltà di un altro volatile. La tua ricetta è davvero da copiare. Devo solo trovare un’anatra femmina, perchè, come diceva mia mamma i “canaroni” sono delle scatole vuote!

  2. DSa me l’anatra non si trova……in queste feste l’ho cercata nei vari negozi, ma nulla….volevo cimentarmi in qualcosa di nuovo….terrò a mente la tua ricetta il giorno che ne scoverò una 😉 Buona notte Giovanna

  3. Ecco qua, io mi sono sempre limitata a petto e cosce, l’anatra intera non l’ho mai affrontata: io me la farò disossare dal macellaio, ello dal nervoso potrebbe mangiarsela cruda 😉

  4. A mbe’, questa delizia l’ho assaggiata anni fa preparata dal mio migliore amico … bravissimo e pensa un po’ ne abbiamo riparlato proprio a capodanno, approposito, auguri cara di un sereno e ricco 2016.
    Ecco direi proprio un 2016 all’anatra farcita di ciò che più è importante per noi…. che dici ? 😉

  5. cara Giovanna, è sempre un ” problema ” passare nel tuo blog perché i tuoi manicaretti sono cosi invitanti che per un attimo ci dimentichiamo del colesterolo sempre pronto ad intervenire….
    un caro saluto

    • Ciao, mi avevi fatto preoccupare, ma dai ci sono anche piatti leggeri e poi per le feste bisogna non pensare al caro amico. Un caro saluto anche a te, e un buon 2016!!

  6. Che meraviglia! NOn mangio mai l’anatra, perché è complicat trovarla. Non l’h mai cucinata, ma le poche volte che mi è stata presentata a tavola, l’ho gradita, molto di più dell’oca.
    Un piatto magnifico anche per gli occhi! Tanti auguri!

    • Grazie!! era molto buona, ho mangiato diverse volte l’oca da piccola ma non ricordo più che sapore avesse, mia madre dice che era buona.
      Tantissimi auguri anche a te, mi auguro tu abbia trascorso molto bene le feste.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...