Spaghetti con uova di sgombro e pomodorini

Quando compro il pesce non me lo faccio mai pulire dal pescivendolo, preferisco sempre farlo io, sarà una mia mania, cosi quando mi capita di trovarli con le uova li estraggo delicatamente e ci preparo un bel sugo per la pasta.

Questi sono stati fatti con uova di sgombro, però vanno bene di qualsiasi pesce.

Spaghetti con uova di sgombro e pomodorini

Ingredienti:

Per 2- persone

150 gr di spaghetti

Uova di pesce, se sono pochini si possono unire dei pezzettini di pesce.

2 spicchio d’aglio

7-8 pomodorini

Prezzemolo, sale, peperoncino, olio evo, vino bianco

Aprire la pancia dei pesci per togliere le uova, lavarle metterle dentro un colino, salarle, se riposano un po’ con il sale si insaporiscono meglio.

Scaldare l’olio in padella con lo spicchio d’aglio un po’ schiacciato con la lama del coltello o con le mani, appena l’aglio si è scaldato toglierlo e mettere le uova.

Schiacciare un po’ le uova con una forchetta, per rompere un po’ le sacche, farle insaporire e sfumarli con il vino, toglierli dalla padella e tenerli da parte.

Mettere in padella un filo d’olio e i pomodorini tagliati a metà, salarli, insaporirli con peperoncino  e uno spicchio d’aglio tritato, farli leggermente appassire quindi rimettere le uova che son state tolte, versarvi la pasta scolata al dente e far saltare il tutto velocemente, portare in tavola spolverizzando con prezzemolo tritato.

Servire ben calda.

spaghetti con uova di sgombri e pomodorini1 (1)

spagnetti con uova di sgombri3 (3)

 

Annunci

38 pensieri su “Spaghetti con uova di sgombro e pomodorini

  1. Un periodo mio fratello mangiava solo le uova di pesce… Sulle tartine, sul pane, sulle fette biscottate, mi sa che le buttava anche sulla pasta al pomodoro, quindi ci fece venire l’antipatia! AHAHAH però il tuo piatto è veramente spettacolare *-*
    Anche io vorrei saper pulire il pesce, però mi disgusta un po’…

      • Spaghetti ai ricci di mare sicuramente.
        Altro non ricordo.
        Quando vado da Mamma mi faccio coccolare da Lei. Sono 3 sorelle e una cucina meglio dell’altra.
        Poi arrivano da una famiglia numerosa, di tradizione contadina. Povera di denaro, ma ricca di terre. Pensa che mio nonno o il fratello, non ricordo bene, ha barattato un terreno nel centro del Paese per una scrofa!!! 😦

      • Che cosa curiosa! Sono stata una volta in Sardegna, sono rimasta affascinata, dalle bellezze naturali, e da alcune cose buonissime trovate in un negozietto vicino Cagliari, ho comprato il miele di corbezzolo, eccezionale, che poi non sono più riuscita a comprare da nessun’altra parte.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...