Moussaka

Oggi voglio portarvi in Grecia con questo piatto che adoro e che piace tanto ai miei familiari e non solo.

Appena  arrivata in Grecia  tanti anni fa  è stata la prima cosa che ho voluto assaggiare, recandomi con mio marito in un locale frequentato da gente del luogo, per vedere se l’originale somigliava a quello che già avevo preparato, trovando la ricetta in uno dei miei tantissimi libri di cucina,  vi ho  trovato delle bacche di pimento che io non usavo e che da allora aggiungo.

Naturalmente come tutti i piatti ci sono tante varianti, soprattutto per quanto riguarda le verdure, si può preparare con sole melanzane oppure melanzane e patate o patate e zucchine, sono queste le varianti che ho provato in giro per la Grecia e le trovo tutte ottime.

Io di solito utilizzo patate e melanzane, le patate si mettono sempre sotto per assorbire i liquidi e far si che resti asciutto.

Per quanto riguarda la quantità delle verdure per essere precisi io li calcolo appoggiandole nella teglia che andrò a usare, mettendole leggermente sovrapposte e ricordandosi che in cottura si restringono un po’, quindi calcolarne sempre qualche fetta in più.

Ultima cosa nella ricetta originale le verdure andrebbero fritte io preferisco grigliarle.

Moussaka

Per una teglia di 24×32

3 patate belle grosse

2-3 melanzane sempre grosse

1 cipolla tritata

2 spicchi d’aglio tritati

800-900 gr di carne tritata di manzo

Circa 250 gr di pelati a cubetti oppure 6-7 pomodori freschi pelati e tagliati a cubetti dopo aver tolto i semi

4-5 grani di pimento

100 gr circa di parmigiano o grana diviso in tre parti

Pangrattato

Per la besciamella:

Mezzo litro di latte

50 gr di farina

50 gr di burro

Sale, pepe, noce moscata


Procedimento:

Tagliare le patate a fette non troppo spesse, io preferisco tagliarle per il lungo, tenerle per un po’ dentro una ciotola con acqua fredda a perdere l’amido, poi ungerle appena d’olio e grigliarle oppure friggerle, se si friggono passarle su carta assorbente per farle asciugare bene, salarle.

Tagliare le melanzane pure a fette senza sbucciarle, salarle e stesso discorso friggerle o grigliarle.

Preparate la carne:

Mescolare la cipolla e l’aglio con la carne tritata dentro una ciotola, poi versare tutto in padella con poco olio e far rosolare molto bene, unire i pomodori, salare e pepare e unire i grani di pimento, io preferisco metterli chiusi dentro un pezzetto di garza per toglierli a fine cottura.

Far cuocere per 25-30 minuti, deve risultare un composto asciutto, spegnere e unire circa un terzo del formaggio grattugiato.

Preparare la besciamella:

Far fondere il burro dentro un pentolino, quando è fuso unire d’un colpo la farina e far tostare per circa 2 minuti, unire la noce moscata, questo composto viene chiamato roux . Scaldare il latte quando arriva a ebollizione versarlo in un colpo solo sul roux e mescolare per scioglierlo bene, quando comincia ad addensarsi abbassare la fiamma e far cuocere per almeno 10 minuti,  mescolando ogni tanto, salare, spegnere e unire un’altra parte del formaggio.

Oleare e cospargere di pangrattato la teglia.

Fare uno strato di patate mettendole leggermente accavallate, mettere sopra la metà della carne livellandola bene.

Fare uno strato di melanzane, versare il resto della carne,  mettere sopra le melanzane rimaste e su tutto versare la besciamella, spolverizzare con il resto del grana.

Infornare a 170° per circa 30 minuti o fin quando si sarà formata una bella crosticina dorata.

Far intiepidire prima di servire.

Un po’ lungo da preparare ma ne vale veramente la pena, se dovesse restarne, cosa alquanto difficile, sarà buono anche freddo il giorno dopo!

IMG_mussakàultimo (2)

 

IMG_mussakà (16)

IMG_mussakàultimo (1)

 

Annunci

56 pensieri su “Moussaka

  1. Buona la mussaka! Non manco mai di mangiarla tutte le volte che vado in Gracia! Ma l’ho mangiata anche in Turchia (anzi credo che l’origine sia proprio turca). Su un libro di ricette turche l’ho trovata anche di zucchine e peperoni, patate e peperoni e perfino di cavolfiore!

  2. Mi sono accorta che avevo pubblicato diverse ricette turche lo scorso anno: polpette turche e tanti modi di cucinare le zucchine. Se ti interessano vai a dare un’occhiata! Buona serata anche a te!

  3. E’ in assoluto il piatto che preferisco: non ho avuto modo di mangiarlo in Grecia e credo che non l’avrò mai: ello odia la grecia :-(. Credo che riuscirei a mangiare quella teglia tutta da sola e senza sentirmi in colpa.

  4. Pingback: Moussakà, la mia prima volta ma non l’ultima – accantoalcamino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...