Melanzane Imam bayildi

La ricetta di queste melanzane è tratta dalla mia vecchia enciclopedia della cucina e hanno una storia che voglio raccontarvi cosi come è riportata:

Secondo la leggenda pare sia vissuto a Costantinopoli un Imam che di fronte ad un eccellente piatto di melanzane con pomodori e cipolle sarebbe svenuto per l’entusiasmo.

Da allora questo piatto di melanzane in Turchia viene chiamato”Imam bayildi”che significa letteralmente “l’Imam ha perso conoscenza

Leggenda a parte le melanzane cucinate in questo modo sono veramente buone, io le ho rifatte dopo tantissimi anni e ho deciso di postarla, mentre sono ancora di stagione.

La ricetta originale prevede di rosolare in padella le melanzane intere, poi tagliarle a metà e scavarle per ricavare delle coppette e della polpa non se ne parla più.

Io le ho alleggerite ed ho utilizzato pure la polpa nel ripieno.

Quella che posterò è la ricetta che ho realizzato io, se qualcuno vorrà friggerle, riusciranno ancora più saporite, una volta lo facevo adesso tendo ad alleggerire un po’ tutte le mie preparazioni.

Melanzane Imam bayildi

Do le dosi originali, io ho fatto un po’ ad occhio, le mie melanzane erano molto piccole e non ho pesato nulla
Ingredienti:

600 gr di melanzane, del tipo un po’ allungato, meglio se piccoline

100 gr di cipolle

500 gr di pomodori

2 spicchi d’aglio

1 foglia d’alloro

un pezzetto di stecca di cannella

Prezzemolo, olio, sale, pepe

Capperi e olive nere(aggiunte mie)

Poco pangrattato


Preparazione:

Tagliare le melanzane a metà e cuocerle a vapore (io nel microonde cottura a vapore per 8 minuti)

Farle intiepidire e svuotarle della polpa che si taglierà a pezzettini.

Rosolare la polpa nella padella appena unta e metterla da parte.

Preparare i pomodori, nella parte dove c’era il picciolo fare un leggero taglio a croce, buttarli un attimo in acqua bollente, ritirarli subito, passarli sotto l’acqua fredda e pelarli, tagliarli a metà, togliere i semini e tagliarli a filetti.

Tagliare a fettine finissime la cipolla farla cuocere per cinque minuti in padella con pochissima acqua, quando sarà trasparente, alzare la fiamma unire un filo d’olio e farla rosolare bene, unirvi i pomodori, l’aglio schiacciato con poco sale, la cannella e la foglia d’alloro, salare e pepare e far cuocere per 10 minuti senza coperchio, deve risultare un composto asciutto, aggiungervi la polpa delle melanzane a cui si saranno unite delle olive nere a filetti dei capperi e il prezzemolo tritato, mescolando bene.

Sistemare le vaschette dentro una teglia oleata, salarle e peparle leggermente all’interno e dividervi il composto preparato.

Cospargere le melanzane con un filo d’olio dopo averle spolverizzate di pangrattato e infornarle a forno caldo oppure nel microonde per circa 20 minuti.

Sono buone sia fredde che tiepide.

img_melanzane-alla-maomettana6517-12img_melanzane-alla-maomettana6517-1img_melanzane-alla-maomettana6517-3

img_melanzane-alla-maomettana6517-5

img_melanzane-alla-maomettana6517-7img_melanzane-alla-maomettana6517-14

 

 

 

Annunci

42 pensieri su “Melanzane Imam bayildi

  1. Che buone, bella la storia dello svenimento, 🙂 le melanzane sono ottime cosi’ cucinate, mia mamma le preparava spesso, mi piace la tua idea di alleggerirle, sono molto piu’ digeribili cosi’, un abbraccio cara, le tue ricette e le foto sopratutto mettono fame, a quest’ora, vado a cucinare, 😀

    • Grazie Laura, sei sempre gentilissima, anche se non sono una brava fotografa, cerco di fare del mio meglio, poi le foto serali sono sempre un problema, almeno per me.A quest’ora immagino avrai già pranzato, non posso che augurarti un buon pomeriggio.

      • Giovanna sei brava, per le foto serali capita anche a me di avere delle difficolta’, ti diro’ che i risultati non sono belli come i tuoi, 😀 Bacioni cara, adesso relax, domani faro’ la tua ricetta con le ultime melanzane che ho nell’orto, stiamo pulendo tutto, ci sono rimasti i cavoli e l’insalata, il prezzemolo e qualche pomodoro, 🙂

      • Grazie per la fiducia, nel mio orto non c’è nulla a parte peperoncini piccanti e tanto basilico, da noi la siccità non permette di avere tante cose, stanno rinseccheno pure gli ulivi.Ciao cara un abbraccio.Buon relax.

  2. Buongiorno Giovanna! Un altra ottima ricetta. vado matta per le melanzane, ne ho comperato una cassetta, li devo mettere sottolio, mi dai una dritta, mi piacciono un po’ dure. Grazie, anticipatamente
    un abbraccio 🙂

    • Buongiorno cara, ti scrivo come li preparavo io, sono anni che non li faccio più, ma erano molto buone, ho imparato a farle durante il mio periodo calabrese.
      Sbucciare le melanzane, tagliarle prima a fettine poi a bastoncini sottili, metterli in una ciotola con sale girarle bene, mettere sopra un piatto con un peso devono stare pressate, dopo 12 0re strizzarle bene e tenerle per qualche ora con aceto, poi strizzarle, metterli in una ciotola con peperoncino tritato, un po’ d’olio girarle bene e sistemarle nei barattoli, coprirli d’olio, non chiuderli subito da contrallare se bisogna aggiungere olio, poi chiuderli e tenerli in dispensa,fanno parte degli antipasti calabresi .
      Pero ti possa essere utile.

      • Grazie Giovanna, io li sbollento con aceto e vino bianco ma solo per un paio di minuti. Provo a farli come mi hai consigliato forse non cuocendoli restano un poco più duri. Grazie ancora Giovanna sei un amore li dovrei fare domani: buona serata a presto ❤

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...