Cornetti caldi a colazione

I cornetti o croissant li ho guardati tante volte sui libri di cucina e mai provati, mi sembrava una preparazione troppo lunga e laboriosa per la mia pazienza, poi  per caso li ho visti preparare in TV a De Riso e allora mi sono detta perché non provare?

Ho diviso la dose data per quattro, ho diminuito un po’ le uova e lo zucchero, guardato un video di Montersino e mi sono messa all’opera. Preparati un sabato piovoso e infornati la domenica mattina,  per i nostri gusti sono riusciti perfetti anche nel sapore.

Si possono anche farcire prima di arrotolare, ne ho provati due con crema di nocciole, però li preferisco vuoti.

Si possono congelare e scaldare al momento per pochi secondi.

Cornetti caldi a colazione

Dose per 15-18 pezzi

Ingredienti:

375 gr farina (ho usato 200 gr farina manitoba il resto farina 0)

18 gr lievito di birra in grani o da cubetto(vengono buoni uguali)

Circa 50-60 gr di latte tiepido

63 gr burro morbido

50 gr zucchero

7 gr miele

Poco rum circa 10 grammi

140-145 gr uova(3 piccoli)

9 gr sale

Semini di mezza bacca di vaniglia

Buccia di un’arancia grattugiata

163 gr burro freddo

Latte per spennellare. e pochissimo zucchero di canna


Preparazione:

Far sciogliere nel latte tiepido il lievito fino a quando avrà fatto la schiuma se in grani.

Sciogliere il miele con il rum.

Mettere nella ciotola della planetaria la farina setacciata, il lievito preparato, lo zucchero, la metà delle uova leggermente sbattute, giusto per amalgamare tuorlo e albume, far girare un po’ e unire il burro morbido a pezzettini, aggiungendolo a poco a poco, unire il sale e il resto delle uova, poi unire la vaniglia e il miele sciolto con il liquore.

Impastare fino a quando si avrà un composto ben amalgamato.

Avvolgerlo nella pellicola e farlo riposare per circa due ore in frigo.

Intanto tagliare a fettine il resto del burro cioè quello freddo, mettere una fettina vicina all’altra a formare un rettangolo grande, compattarlo un po’ con il mattarello, avvolgerlo nella pellicola e tenerlo in frigo.

Passate le due ore riprendere l’impasto, metterlo sulla spianatoia leggermente infarinate e allargarlo un po’ con le mani dando la forma di un rettangolo, deve essere la stessa altezza del burro preparato e largo in modo che mettendo il burro al centro, i due lembi di pasta  devono unirsi al centro senza sovrapporsi.

Battendoci sopra il mattarello allungare il rettangolo poi piegarlo a tre, stenderlo di nuovo sempre battendolo e ripiegarlo di nuovo a tre.

Adesso avvolgerlo nella pellicola e rimetterlo in frigo per almeno un’ora, se resta di più non succede nulla anzi la pasta si rilassa meglio.

Passata l’ora, ridistenderlo sempre in rettangolo stavolta spianandolo con il mattarello, tirandolo anche un po’ con le mani per dare la forma rettangolare.

Ripiegarlo prima a metà e poi di nuovo a metà, ottenendo la piega a quattro, fare due volte questa operazione poi riavvolgerlo e rimetterlo in frigo, ancora per qualche ora.

A questo punto tirare la pasta con il mattarello sempre a rettangolo ad altezza di circa un centimetro.

Tagliare il rettangolo a metà per il lungo e poi ricavare tanti triangoli, partendo dal lato più largo avvolgerlo su se stesso dando la forma del cornetto, si possono piegare leggermente le punte. E i cornetti sono fatti!

Spero di essere stata abbastanza chiara.

Sistemarli ben distanziati su carta forno coprire con pellicola e far lievitare per circa 7-8 ore, i miei sono rimasti 10 ore a temperatura ambiente, poi spennellarli con lattee spolverarli con un po’ di zucchero di canna

Infornati a 180-200° per 9-10 minuti.

Appena tolti dal forno li ho lucidati con gelatina spray.

imgcornetti-39imgcornetti-12

imgcornetti-13

 

 

imgcornetti-17imgcornetti-19imgcornetti-20                  allungare la pasta battendola con il mattarello

imgcornetti-21                            Piegatura a tre da fare due volte

imgcornetti-26                                     piegatura a quattro da fare due volte

imgcornetti-29imgcornetti-33                               Finalmente pronti da gustare!

imgcornetti-10

imgcornetti-37

Annunci

60 pensieri su “Cornetti caldi a colazione

  1. No ma dico Giovanna, ma cosa hai combinato? Un capolavoro davvero non ho parole sono divini e guardandoli capisco quanto debbano essere buoni e fragranti. Non so cosa darei per averne uno qui. E poi tu non avresti pazienza???? ci vuole tanto tempo e attenzione per fare questi. I miei complimenti sei uno Spettacolo tu e i tuoi magnifici cornetti!!!!!!!!!

    • Come sei carina, grazie, penso che le tue preparazioni siano molto più elaborate, questi in fondo sono semplici, imparato il sistema.Potrei fare un pacco per te e mia figlia..

      • L’idea mi stuzzica. Giovanna se rimaniamo senza lavoro uniamoci e apriamo un negozio virtuale di consegne on-line dolci, pane, pasta fresca… i tuoi cornetti! Buona serata, è sempre un piacere chiaccherare con te!

  2. wow ma sei un artista in cucina…io nn ci riescoooooo!
    dici che senza glutine sia anche più complicato da fare (sono celiaca e quelli gluten free surgelati fanno pena!)
    i miei complimenti come sempre

  3. Sal è tipo il mio amore, cerco di imitare le sue cose ogni volta, perfino per il mio compleanno ho fatto una sua torta! E infatti quando Amazon mi ha chiesto che libro volessi gratis per il compleanno ho comprato il suo (ebook purtroppo)… E questa cosa è meravigliosa! Adoro i cornetti, ho sempre avuto paura di provarli, ma sono davvero curiosa di farli!!! Per congelarli intendi che prima li cuocio e poi li congelo?

  4. Anch’io ho sempre pensato che fosse una preparazione lunga e troppo laboriosa…Ti sono venuti benissimo…sei bravissima, Giovanna! Ne approfitto e ne prendo uno per la colazione id domattina! 😉

  5. Ancora non sono riuscita a trovare la Ricetta Migliore dei cornetti fatti in casa, dimmi che vengono buoni e non solo belli ti prego. La maggior parte dei blogger mette una bella foto e se ne frega della qualità del piatto finito, ma il tuo blog sembra davvero diverso. La tua ricetta la provo!

    • Ciao, scusami se ti rispondo solo adesso ma alcuni commenti erano finiti in spam e non me ne ero accorta,Ti assicuro che sono buonissimi, hanno superato il giudizio di mio figlio che di solito è molto critico, li ho pure fatti due volte a distanza di pochi giorni.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...