Baccalà alla livornese

Quando si tratta di ricette di piatti tipici penso che ogni famiglia abbia la propria versione, questa è la ricetta che io ho trovato in uno dei miei tanti libri di cucina e che a noi piace molto.

Baccalà alla livornese

Non do dosi, ognuno si regolerà in base ai propri gusti e commensali.

Ingredienti:

Baccalà ben dissalato

Farina di grano duro

Pomodori pelati a pezzetti

Aglio secondo i gusti

Prezzemolo tritato

Qualche cappero se piace

Olio evo, pepe macinato al momento, sale se occorre.


Preparazione:

Comprare il baccalà già ammollato oppure metterlo a bagno in abbondante acqua per circa 3 giorni cambiandola mattino e sera.

Tagliare il baccalà a pezzi, infarinarlo e friggerlo facendolo dorare bene da tutti i lati, poi farlo gocciolare bene e asciugarlo con carta da cucina.

Mettere in una padella dai bordi alti un po’ d’olio, un trito preparato con aglio e prezzemolo e farlo insaporire  a fiamma bassa senza far bruciare; unire i pomodori  e far cuocere un po’, poi unire il baccalà e farlo insaporire per qualche minuto, girandolo delicatamente, solo dopo aver messo il baccalà nel sughetto preparato assaggiare di sale.

Servire caldo con un contorno a piacere, oppure semplicemente con il suo sughetto e delle fette di buon pane.

 

img_baccala-alla-livornese-3img_baccala-alla-livornese-7

 

Annunci

48 pensieri su “Baccalà alla livornese

  1. Buonoooooo Giovaaaa lo amo! però da quando non c’è più la nonnina a farmelo non l’ho più mangiato né a casa né fuori. senti una curiosità…ho sentito dire che quello alla livornese è diverso da quello “alla fiorentina”….io pensavo fossero più o meno la stessa cosa solo a livorno lo chiamavano alla livornese qui a fi alla fiorentina! tu per caso sai nulla in cosa è diversa la ricetta? un abbraccione grazie di passare sempre anche io passo sempre a seguirti!

    • Ciao carissima, te lo preparerei volentieri, mannaggia alla distanza!
      Dai libri che ho, risultano molto simili, sai poi dipende da chi lo prepara, in entrambi c’è aglio e prezzemolo, secondo la ricetta dell’accademia barilla, il sughetto viene fatto con porro rosolato e poi e aggiunto il pomodoro, l’aglio e messo nella padella in cui si frigge il pesce insieme ad un rametto di rosmarino, a fine cottura viene spolverizzato tutto con prezzemolo tritato, spero di essere stata chiara.Ciao,ti auguro una buona serata, se dovessi venire da queste parti fammelo sapere, ti preparerò qualcosa di buono.

      • ah ma che tesoro mi sei andata a guardare!!!😍grazie intanto ricopio il tuo comm per mia mamma sia mai che le girasse na volta di farmelo(si ciaooooo hahahah lei manco lo mangia il pesce)…eh comunque davvero il giorno che ho i soldi per farmi una vacanza lì sarai la prima a saperlo a cui farò visita, ti porto un leoncino🦁 di legno che ne sto dipingendo tantitanti! grazie ancora ci leggiamo presto😘

  2. Stasera vado di fretta poi leggo il titolo della ricetta e decido di tornare indietro perché mi pare troppo buono e un saltino x leggere se lo merita… E guarda un po’ di chi é! Della mitica giovanna!!!! Con il pesce (e non solo) fai dei piatti strepitosi. Segno anche questa ricetta… La lista si allunga! Buona serata cara e grazie x queste squisitezze!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...