Costine di maiale all’acqua

Una ricetta semplicissima e molto saporita, tratta da un numero,della cucina italiana di qualche anno fa.

Ingredienti:

1kg  di costine

1 litro d’acqua

2 carote se piacciono anche di più

2 gambi di sedano

Succo di un di un limone

Olio evo, sale, pepe.

Procedimento:


Dentro una casseruola mettere le costine, le carote e il sedano a rondelle,il succo di limone filtrato, coprire con l’acqua e cuocere fin quando l’acqua si sarà quasi asciugata completamente, a questo punto salare e pepare.

Servire ben calde con verdure di vostro gusto per contorno e il poco sughetto rimasto, se non lo avete fatto asciugare completamente.

Annunci

36 pensieri su “Costine di maiale all’acqua

      • Immagino: io invece ho iniziato ora a comprare riviste! Una però non la fanno più, ho comprato solo 3 numeri e poi è stata chiusa 😦 invece mamma adorava comprare Più dolci, ne abbiamo un mobiletto pieno!

      • Capita di cominciare una raccolta e poi non esce più.Non conosco la rivista di tua madre, ogni tanto compro Alice, mi piace che hai utte le ricette all’inizio a colpo d’occhio, maabbonamenti non ne faccio più.Tu ancor sei molto giovane.

  1. Molti anni fa in una macelleria molto rinomata e costosa entrai per prendere un bel tocco di arista di maiale da fare arrosto.
    Il macellaio mi chiese se lo sapevo cucinare e ovviamente con aria spocchiosa io gli ho detto di sì che l’avrei fatta al forno con gli odori.

    Mi disse faccia come le dico io…
    ” metta la carne in una pentola, aggiunga 4 dita d’acqua all’arista, faccia cuocere a bollore lento per un’ora piena e col coperchio wuadi chiyso nella seconda mezz’ora alzi il fuoco fino a quando l l’acqua non si sarà completamente assorbita lasciando soltanto il grasso della carne a questo punto aggiungere una spruzzata di vino il sale e viene un arrosto croccante magro e saporito!”

    Da allora non sbaglio mai la cottura di un arrosto e non faccio che benedire quel macellaio.

    Scusate se vi ho rubato un po’ di spazio.

    Sherabientot

    • Ti ringrazio invece, l’arrosto non l’ho mai preparato cosi, in effetti è molto simile a questa preparazione, la prossima volta metterò anche il vino, vedi che parlando o meglio dialogando vengono fuori tante cose e tanti consigli utilissimi. Grazie ancora
      Buona serata!

  2. Da noi in Toscana le costine ( costoliccio in toscano) si cucinano esclusivamente alla brace, invece qualche volta voglio provare questa ricetta, perchè no, accompagnata agli asparagi come hai fatto tu!

    • Grazie per il termine toscano, e il modo di cucinarli, facciamo delle grigliate abitando in campagna,ma le costine non sono mai entrate in queste preparazioni, proverò, certo devono essere saporite, solo che il mio macellaio non lascia molta carne attaccata all’osso, devo chiederlo esplicitamente.

      • Da noi si acquistano in macelleria tutte attaccate, e si mettono sulla brace così con sale, pepe e una strofinata d’aglio, poi si dividono da cotte…e ovviamente si mangiano con le mani come la coscia del pollo! 🙂 in genere si fa una grigliata mista di bistecchine, salsicce e costoliccio, appunto!

  3. Bella idea! In sostanza fai un quasi (manca la rosolatura all’inizio) brasato di costine 🙂 Col fatto che sono ricche di tessuto connettivo e grasso mi sembra una cottura molto furba. Questo autunno (perchè d’estate sono votato al barbecue 😀 ) appena riaccendo la stufa le provo anch’io 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...