Carciofi attuppati o carciofi ripieni a stufatu

Quella di oggi è una classica ricetta siciliana dalle molteplici varianti, come tutte le ricette tipiche ogni famiglia ha la propria, io non la preparo sempre allo stesso modo a volte nel ripieno metto qualche acciuga sott’olio altre volte no, comunque vengono sempre cotte in un po’ di sugo anche questo dipende da come si vorranno consumare.

Il sugo potrà essere più o meno abbondante nel caso vi si voglia condire un piatto di spaghetti o  consumarli con una fetta di pane casereccio, io generalmente le preparo per cena e a volte per non farle muovere troppo in cottura ci metto accanto dei dadoni di patata con cui le accompagno e non mangio nemmeno il pane, come potrete vedere nella foto io metto poca salsa perché non mi piace affogarli nel sugo.

Io vi do l’idea poi fate come volete però vi consiglio di provarle sono molto saporite.

Carciofi attuppati o carciofi ripieni a stufatu

Ingredienti:

La quantità è per due persone consumata come piatto unico.

4 carciofi

2 uova

Pangrattato (circa due cucchiai a carciofo)

Un mazzetto  di prezzemolo tritato finemente

4 cucchiai di formaggio grattugiato

1 spicchio d’aglio

1 acciuga sott’olio

1 cucchiaiata di uvetta

1 cucchiaiata di pinoli.

Sale, pepe, olio evo

Succo di limone

Salsa di pomodoro a gusto

Patate facoltative.

Procedimento:

Prima di pulire i carciofi mettetevi i guanti o fate come me tenete a portata di mano il mezzo limone che avrete spremuto nell’acqua e ogni tanto passatelo sulle mani.

Pulire i carciofi, batterli sulle punte su un piano rigido in modo di allargare un poco le foglie, scavarle al centro per creare una cavità e mettetele dentro una ciotola con acqua e succo di limone per non farli annerire.

Tagliare i gambi, in modo che stiano in piedi e metterli in acqua acidulata con il succo di limone, i gambi se sono teneri puliteli e cucinateli insieme ai carciofi

Ammollate l’uvetta e strizzatela bene.

Tritate l’acciuga e scioglietela bene con una cucchiaiata d’olio.

Nella ciotola con l’acciuga unitevi il pangrattato, i pinoli, l’uvetta, l’aglio tritato finemente insieme al prezzemolo, il formaggio e amalgamate il tutto con un uovo, date una bella macinata di pepe.

Imbottire i carciofi in modo che la farcia, penetri fino al fondo del carciofo.

Battete l’altro uovo, fare scaldare l’olio in una padella, passare i carciofi dalla parte del ripieno nell’uovo e metteteli in padella in modo che  la farcia  si sigilli.

Fateli rosolare poi da tutti i lati.

Preparate la salsa nel modo abituale, appena prende il bollore sistematevi i carciofi cercando di non farli coricare, magari aiutandovi con qualche patata, condite la salsa a vostro gusto.

Coprite il tegame e portate a cottura.

Serviteli caldi o tiepidi.

Annunci

41 pensieri su “Carciofi attuppati o carciofi ripieni a stufatu

  1. Carciofi “attuppati” suona stupendo!😁 Con l’acciuga saranno ottimi! Noi in casa li facciamo in bianco e con un ripieno secco senza uova: pane,olio,mentuccia e formaggio. Invece mia nonna l’uov lo metteva… Certo a volte ci sono più versioni nella stessa famiglia!😉

  2. Sono così buoni!!! Io li mangio praticamente solo quando vado a trovare i miei al paese. L’anno scorso infatti li ho replicati e postati sul blog ma con la mollica e le acciughe. Che bel ricordo! Buon 2019 carissima!

  3. Il termine è meraviglioso, ma io adoro il dialetto siciliano, quindi! Effettivamente mi hai ricordato che è periodo di “carciofi mbuttunati” (ripieni), da piccola non mi piacevano, ora mi fanno impazzire!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.